“REGOLAMENTO INTERNO”


Art. 1 Soci

[A] Tipologie di Soci
Il numero degli associati è illimitato. Gli associati si distinguono in:
-aderenti: persone ed organismi interessati allo sviluppo delle tematiche inerenti alla realizzazione degli scopi di cui all’art. 4 dello Statuto;
-ordinari: a) persone in possesso di un titolo specifico post laurea in materia di orientamento scolastico professionale rilasciato da una Università italiana o in possesso di titolo equipollente;

b) Persone in possesso di laurea che svolgono da almeno tre anni attività di orientamento, documentabili, presentate da due soci ordinari iscritti all’associazione da almeno due anni;
c) docenti universitari che abbiano svolto la loro attività istituzionale nel settore dell’orientamento scolastico professionale;
- sostenitori: persone fisiche e giuridiche che intendono sostenere l’attività dell’associazione con contributi economici, culturali, scientifici, presentati da un socio ed accettati con delibera del Consiglio Direttivo;
- onorari: eminenti personalità italiane o estere, su chiamata del Consiglio Direttivo.

[B] Domande di ammissione e condizioni di iscrizione
La richiesta di ammissione a socio viene presentata mediante domanda redatta dall’interessato. I candidati a socio aderente o ordinario utilizzeranno il modulo “Richiesta di ammissione a Socio della SIO” , mentre i candidati a socio sostenitore utilizzeranno il modulo “Richiesta di ammissione a Socio Sostenitore della SIO” .
Le domande di ammissione sono esaminate dal Consiglio Direttivo, che ha piena discrezionalità sul loro accoglimento. Entro 90 giorni dal deposito della domanda, il Consiglio Direttivo comunica al richiedente l’esito dell’esame.
Qualora tale esito sia positivo, il richiedente acquisirà la qualifica di socio:
- aderente o ordinario: non appena avrà completato il perfezionamento del pagamento della tassa di iscrizione e della quota associativa annua;
- sostenitore: all’atto documentato di avvio dell’erogazione del contributo economico, culturale o scientifico specificato nella domanda di ammissione.
La proposta di chiamare a far parte dell’Associazione, in qualità di socio onorario, un’eminente personalità italiana o estera può essere presentata, in forma scritta, al Consiglio Direttivo da qualsiasi socio ordinario. Il Consiglio Direttivo ha facoltà di richiedere al proponente la produzione della documentazione che riterrà idonea per espletare l’istruttoria. Il Consiglio Direttivo delibera la chiamata con voto a maggioranza, entro 90 giorni dalla presentazione della documentazione. Il Presidente, o un suo delegato, ha il compito di rendere operativa la delibera di chiamata sottoponendo al candidato a socio onorario la sottoscrizione del modulo “Accettazione del titolo di Socio Onorario della SIO”. L’acquisizione ad ogni effetto della qualifica di socio onorario avviene all’atto della delibera del Consiglio Direttivo.
L'adesione all'Associazione e all'Albo interno è subordinata:
• alla comunicazione all'Associazione di un indirizzo di posta elettronica a cui saranno indirizzate tutte le comunicazioni rivolte al socio; il socio accetta che tutte le comunicazioni dell’associazione gli vengano indirizzate tramite posta elettronica e si impegna a comunicare tempestivamente all’Associazione eventuali modifiche del proprio indirizzo email
• per le persone fisiche: all'autorizzazione all'inserimento sul sito internet dell'Associazione del proprio nome, cognome, città e regione di residenza, eventuale sezione dell'Albo di appartenenza, eventuale qualifica junior o senior, cariche eventualmente ricoperte in associazione e all’autorizzazione a fornire agli altri soci, a loro richiesta, del proprio indirizzo email

[C] Qualifica di socio
La qualifica di socio aderente, ordinario od onorario permane fino al 31 dicembre 2020, salvo quanto previsto dall’art. 2 del presente Regolamento. La qualifica di socio sostenitore ha validità per il solo anno sociale per il quale è stata rilasciata.
L’acquisizione della qualifica di socio comporta, da parte dell’Associazione, il rilascio al nuovo membro della tessera sociale. La tessera sociale ha carattere permanente per i soci onorari, mentre ha durata limitata all’anno solare in corso per i soci aderenti, ordinari e sostenitori. Per i soci aderenti e ordinari il rinnovo della tessera avviene automaticamente al pagamento della quota associativa annua. La tessera sociale dei soci ordinari ha un formato grafico specifico, che la rende riconoscibile nelle occasioni di voto durante l’Assemblea Generale.

[D] Tassa di iscrizione e quota associativa
Il Consiglio Direttivo delibera annualmente, prima del termine dell’anno sociale, l’entità della tassa di iscrizione, della quota associativa, nonché dei termini e modalità del versamento. Le quote e i contributi sono intrasmissibili, non ripetibili e non rivalutabili. I soci onorari non sono tenuti ad alcun versamento. Il Segretario del Consiglio Direttivo è responsabile della corretta tenuta del protocollo.

Art. 2 Perdita della qualità di Socio

La qualità di socio viene meno:
- per dimissioni da comunicarsi per iscritto a mezzo raccomandata .
- per delibera di esclusione da parte del Consiglio Direttivo per non aver corrisposto, trascorsi 6 mesi dalla scadenza della data di rinnovo, la quota associativa.
La qualità di socio può inoltre venir meno, per delibera di esclusione assunta da parte del Consiglio Direttivo, sentito il Collegio dei Probiviri, ai sensi dell’art.7.
Le deliberazioni prese in materia di recesso ed esclusione debbono essere comunicate ai soci interessati attraverso lettera raccomandata entro 30 giorni dalla data della delibera. L’esclusione diventa operante dalla comunicazione all’escluso e dalla successiva annotazione nel registro degli associati.
I soci esclusi per morosità potranno essere reiscritti solo previo pagamento della quota associativa maggiorata della mora.
Gli associati che abbiano receduto o siano stati esclusi o che comunque abbiano cessato di appartenere all’Associazione, non possono ripetere i contributi versati, né hanno alcun diritto sul patrimonio dell’Associazione.

Art. 3 Decadenza dei membri degli Organi Direttivi

Oltre a quanto previsto dall’Art. 2, la mancata partecipazione al 50% delle sedute del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti, del Collegio dei Probiviri, nel corso di un anno senza valida giustificazione, comporta la decadenza dalla carica sociale.
La delibera di decadenza dalla carica sociale, per i motivi di cui al comma precedente, è proposta per la ratifica, al Consiglio Direttivo, dai relativi Organi di appartenenza.
Si intendono valide giustificazioni i motivi di salute o professionali o gravi motivi personali. Tali giustificazioni andranno presentate al Presidente di ciascun Organo in forma scritta o per posta elettronica prima della riunione e allegate al verbale della stessa.

Art. 4 Elezione

L'Assemblea Generale, convocata per eleggere gli Organi statutari, su proposta del Presidente, ad inizio di adunanza:
- stabilisce il numero dei membri, da 5 a 9, di cui si comporrà il Consiglio Direttivo per il triennio;
- nomina i componenti del seggio composto da almeno 3 membri.
Le operazioni di voto si svolgeranno in modo palese o per scrutinio segreto, secondo le modalità scelte dalla Assemblea. Ogni socio potrà indicare al massimo un numero di preferenze pari al numero di membri da eleggere nei vari Organi. Hanno diritto di voto soltanto i soci ordinari, i quali sono dotati dell’elettorato attivo e passivo.
Responsabile di tutte le procedure di elezione degli Organi Statutari è il Segretario generale dellAssociazione.
Registro degli elettori
Schede per il voto di colore diverso n. 3
La Commissione elettorale è nominata dal Consiglio direttivo tre mesi prima dell’Assemblea nella quale è prevista l’elezione e di essa fa parte il segretario generale.
La Commissione redige un verbale della votazione in cui indica:
- il numero di elettori;
- il numero di schede valide, nulle e bianche;
- l’elenco, in ordine decrescente di numero di voti, dei candidati votati;
- l’elenco dei candidati eletti.
Le schede vengono conservate per anni 3.
I risultati della votazione vengono comunicati durante l’Assemblea stessa. Il verbale delle elezioni è parte integrante del verbale dell’Assemblea.
Le schede per la votazione vengono consegnate dai membri della Commissione elettorale su esibizione della tessera sociale, al momento della registrazione all’Assemblea.

Art. 5 Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da un numero variabile di membri, da 5 a 9, eletti tra i soci ordinari.
Il Consiglio nomina al suo interno il Segretario, il Tesoriere e due Vicepresidenti in base ai criteri indicati dall’Art. 10 dello Statuto.
Il Consiglio si riunisce almeno tre volte in un anno sociale.
Le riunioni del Consiglio Direttivo vengono convocate almeno 7 (sette) giorni prima della data prevista, tramite posta elettronica.
Il verbale del Consiglio dovrà essere redatto ed inviato ai membri del Consiglio stesso almeno 10 giorni prima della successiva riunione.
Le delibere del Consiglio devono essere a disposizione di tutti i soci presso la sede della Associazione.

Art. 6 Revisori dei Conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri effettivi, di cui due eletti tra i Soci ordinari e un membro esterno. L’Assemblea elegge inoltre un membro interno supplente.
Il Collegio nomina al suo interno il Presidente ed il Segretario.
Il Collegio si riunisce almeno due volte in un anno sociale.

Art. 7 Collegio dei Probiviri

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri effettivi (più due supplenti) scelti tra i Soci ordinari.
Il Collegio nomina al suo interno il Presidente e il Segretario.
Il Collegio si riunisce almeno una volta nel corso dell’ anno sociale.

Art. 8 Rimborsi

Il Consiglio Direttivo potrà deliberare di volta in volta eventuali rimborsi da versare ai soci che abbiano ricevuto incarichi dall' Associazione o, comunque, rivestano cariche all'interno della SIO, limitatamente alle spese sostenute per conto dell’Associazione e nello specifico:
- spese di viaggio su riscontro di biglietto ferroviario o aereo o in base al costo chilometrico stabilito a livello nazionale;
- spese di pernottamento (in strutture di categoria indicata dal Consiglio Direttivo);
- spese per il vitto;
- altri tipi di spese dietro presentazione di riscontro.

Art. 9 Codice Deontologico

Ogni associato si impegna ad attenersi e a rispettare le norme contenute nel codice deontologico approvato dall'Assemblea Generale; il non attenersi a tali obblighi morali è motivo delle sanzioni previste del Regolamento disciplinare.

Art. 10 Entrate

Le entrate della SIO sono costituite da:
- tassa d’iscrizione
- quota annuale di associazione;
- contributi volontari dei Soci;
- contributi volontari di terzi;
- fondi da Enti amministrativi e non.

Art. 11 Libri Sociali

I libri dell’Associazione sono:
- Libro dei soci: nel quale verranno annotati cronologicamente i nominativi dei soci, la regolarità della posizione associativa, i recessi, le esclusioni e qualunque altra variazione;
- Libro dei verbali del Consiglio Direttivo, nel quale verranno verbalizzate tutte le deliberazioni dell’organo;
- Libro dei verbali delle assemblee dei soci, nel quale verranno verbalizzate tutte le delibere assembleari;
- Libro dei verbali dei revisori, nel quale verranno verbalizzate tutte le ispezioni ed i controlli
dei revisori;
- Libro dei verbali dei Probi Viri, nel quale verranno verbalizzate tutte le riunioni e le decisioni;

I libri suesposti sono sotto la diretta responsabilità del Segretario.
Le pagine di ogni nuovo libro saranno numerate progressivamente e siglate dal Presidente del relativo Organo Collegiale.

Art. 12 Contabilità

Per la tenuta della contabilità si rinvia alla normativa vigente.

Art. 13 Bilancio

Il bilancio consuntivo ed il bilancio preventivo sono presentati annualmente all’assemblea dei soci secondo le modalità previste dallo Statuto.

Art. 14 Bilancio termini

L’esercizio sociale coincide con l’anno solare. Il Tesoriere, congiuntamente con il Presidente, elabora il progetto di bilancio consuntivo entro il mese di gennaio di ogni anno ed entro lo stesso termine ne trasmette copia ai componenti del Consiglio Direttivo e ai Revisori dei Conti.
Il Tesoriere collabora con il Presidente alla stesura del progetto di bilancio preventivo entro il mese di febbraio di ogni anno.
Entro il successivo mese di marzo il progetto di bilancio consuntivo e il progetto di bilancio preventivo vengono sottoposti all’approvazione del Consiglio Direttivo, dei Revisori dei Conti e dell’Assemblea Generale e vengono inseriti dal Tesoriere nella Relazione annuale illustrativa delle attività della Società.